REGIONE CALABRIA: Fondo per lo sviluppo e la competitività delle imprese artigiane

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
04/08/2018
|

Il Bando regionale in oggetto è finalizzato alla concessione di contributi per sostenere lo sviluppo dell’artigianato calabrese nelle operazioni di credito effettuate in favore delle imprese artigiane dagli Istituti di Credito

Le agevolazioni consistono nella concessione di un contributo in conto interessi, da riconoscere in forma attualizzata per tutta la durata del finanziamento ed un contributo in conto capitale a sostegno degli investimenti inerenti a particolari voci spese.

Il contributo in conto interessi è determinato nella misura massima del 4% e, in ogni caso, non superiore al TAN applicato dalla banca.

Sarà riconosciuto anche un contributo per le spese relative al rilascio della garanzia dai Confidi nella misura di: 1.000,00 euro per finanziamenti fino a 40.000,00euro; 1.500,00 euro per finanziamenti maggiori di 40.000,00euro.

Il contributo in conto capitale, nel limite del 20%, è limitato alle sole spese sostenute per l’acquisto di macchinari ed attrezzature, hardware, software e spese per la realizzazione di siti web.

Le seguenti misure sono da intendersi a sportelloe rimarranno operative fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Possono beneficiare degli interventi agevolativi le imprese artigiane aventi sede in Calabria, costituite anche in forma cooperativa o consortile, regolarmente iscritte che abbiano stipulato contratti di finanziamento.

Destinazione Finanziamento

Il finanziamento bancario deve essere destinato esclusivamente a:

a) Ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento dei locali posti al servizio dell’attività artigiana dell’impresa o altri interventi di efficientamento energetico, nel limite massimo del 30% dell’investimento complessivo ammissibile.

b) Acquisto di macchinari ed attrezzature, nuove ed usate, posti al servizio dell’impresa;

c) Acquisto di mezzi targati, nuovi ed usati, purché strettamente funzionali al ciclo produttivo e immatricolati come autoveicoli uso commerciale;

d) Acquisto di hardware, software e spese per la realizzazione di siti web;

e) Reintegro capitale circolante finalizzato alla formazione di scorte di materie prime e prodotti finiti.

Per gli investimenti di cui lettera a), b), c), d) l’importo massimo del finanziamento non potrà essere maggiore di 70.000,00euro.

Per il finanziamento di reintegro del capitale circolante di cui lettera e), l’importo non può essere superiore a 35.000,00euro.

Il contributo in conto interessi viene calcolato nel limite massimo di 7 anni per investimenti di cui alle lettere a), b), c), d). Nel limite massimo di 5 anni per gli investimenti di cui alla lettera e) .

Sono esclusi dagli interventi agevolativi i finanziamenti di importo inferiore a 10.000,00euro

La domanda di ammissione al contributo in conto interessi, unitamente alla eventuale richiesta di rimborso del costo sostenuto per il rilascio della garanzia da parte del Confidi, deve essere compilata ed inviata via web, utilizzando il software messo a disposizione dal soggetto gestore sul proprio sito internet, entro 7 mesi dalla data di erogazione del finanziamento.

Saranno prese in considerazione tutte le domande relative ai finanziamenti bancari deliberati in data successiva al 23 dicembre 2017.