Apprendistato di I livello: Bando camera di commercio di Cosenza.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
09/09/2019
|

La camera di commercio di Cosenza assegna un contributo alle imprese che, sulla base dei requisiti a seguire, stipulano contratti di apprendistato di primo livello. Sono ammesse al beneficio del voucher camerale le imprese che intendano avviare attività di tutoraggio per contratti di apprendistato di 1° livello per almeno sei mesi. Il contributo è pari a ad Euro 3.000 per tutoraggio aziendale, attuato per almeno 6 mesi, in un contratto di apprendistato di primo livello.

E’ prevista una premialità pari ad Euro 500,00 ad apprendista, qualora quest’ultimo abbia già effettuato presso il datore di lavoro percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (già percorsi di alternanza scuola lavoro) nel biennio antecedente la data di avvio del contratto di apprendistato per numero minimo di ore 20. E’ prevista una premialità pari ad Euro 500,00 qualora l’apprendista sia portatore di handicap.

L’organizzazione didattica dei percorsi di formazione in apprendistato di primo livello si articola in periodi di formazione interna, che si svolge presso il datore di lavoro e di formazione esterna, che si svolge presso l’istituzione formativa. Le restanti ore sono di lavoro. La formazione prevede un tutor formativo che avrà il ruolo di assistere l’apprendista nel rapporto con l’istituzione formativa, monitorare l’andamento del percorso ed intervenire nella valutazione iniziale, intermedia e finale e un Tutor aziendale, che dovrà favorire l’accoglienza e l’inserimento dell’apprendista nell’impresa, affiancare ed assistere il giovane nella formazione interna e trasferire le competenze necessarie allo svolgimento delle attività lavorative.

Possono partecipare le imprese di tutti i settori che nel loro CCNL prevedano l’apprendistato di primo livello, esercitate in forma individuale o collettiva, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa data dalla normativa europea e che abbiano le seguenti caratteristiche:

1.1. abbiano la sede legale e operativa iscritta al Registro delle Imprese della Camera di commercio di Cosenza;

1.2. abbiano effettuato la denuncia o la segnalazione certificata di inizio attività al Registro delle Imprese alla data di presentazione della domanda di contributo;

1.3. siano iscritte nel Registro nazionale alternanza scuola-lavoro:http://scuolalavoro.registroimprese.it;

1.4. siano in regola con il pagamento del diritto annuale.

1.5. siano in possesso di regolarità contributiva (DURC), in ogni fase del procedimento, con possibilità di sanare entro un termine fissato dal RUP qualora, risultati regolari nella fase della concessione, non lo siano nelle fasi successive;

1.6. non abbiamo pendenze in corso con la Camera di Commercio di Cosenza.

  • non si trovino in stato di fallimento, concordato preventivo, amministrazione straordinaria, liquidazione coatta amministrativa o volontaria;
  • non abbiano ottenuto altri contributi di fonte pubblica riguardanti il medesimo intervento.
  • non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D.lgs. 6 settembre 2011, n.159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia) in capo al legale rappresentante, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci in caso di società. I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 84 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159

1.9 non abbiano già beneficiato di altri aiuti pubblici a valere sui medesimi interventi agevolati;

I requisiti previsti alle precedenti lettere dovranno essere posseduti alla data di presentazione della domanda di concessione e devono essere mantenuti fino alla liquidazione del contributo;

L’eventuale perdita dei requisiti tra la concessione del voucher e fino alla liquidazione del contributo (ad esempio per cessazione attività, avvio di procedure concorsuali, aumento dei limiti dimensionali rispetto ai parametri di cui al paragrafo precedente, trasferimento dell’unità operativa in altra provincia o cancellazione dell’impresa) determinerà l’esclusione dai benefici.

Sono escluse dall’ammissione al voucher:

– le imprese il cui titolare sia anche socio amministratore di società di persone partecipanti al bando

– le imprese il cui titolare sia anche socio di maggioranza o amministratore di società di capitali partecipanti al bando;

– società di capitali nelle quali la maggioranza dei soci coincida con la maggioranza dei soci di altra società partecipanti al bando;

– le imprese che non abbiano i requisiti previsti dal presente Bando.

Non possono presentare domanda di partecipazione al presente bando:

– le imprese che svolgono in maniera esclusiva o prevalente l’attività di agenzia scommesse e gioco d’azzardo (sale slot machine ecc.);

– le imprese che svolgono in maniera esclusiva o prevalente l’attività di mera gestione di immobili di proprietà.

La domanda, inviata esclusivamente secondo modalità telematiche, deve essere sottoscritta, a pena di esclusione, digitalmente dal legale rappresentante e/o titolare, redatta adottando il “Modello n°1 – Domanda” del presente bando e corredata dai seguenti documenti:

a. Contratto di apprendistato di I livello sottoscritto dalle parti, completo degli allegati

La domanda di voucher deve essere presentata alla Camera di Commercio di Cosenza, esclusivamente secondo modalità telematiche, dalle ore 09.00 del 01/09/2019 ed entro il 30/06/2020 per i contratti stipulati a partire dal 01/09/2019.

La domanda di rendicontazione, a pena di esclusione, deve essere sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante e/o titolare, redatta adottando il “Modello n°2 – Rendicontazione” del presente bando e corredata dai seguenti documenti:

a. Modello Unilav comprovante l’apprendistato di primo livello di almeno sei mesi.

La domanda di voucher deve essere presentata, inviata esclusivamente secondo modalità telematiche più avanti descritte, alla Camera di Commercio di Cosenza. Il termine sarà indicato nella determinazione di approvazione della graduatoria di concessione.

Le domande saranno istruite dall’Ufficio 2 – “BI – Funding – Osservatori – Alternanza scuola lavoro” che procederà alla verifica del possesso dei requisiti di ammissibilità dei soggetti beneficiari e della correttezza formale della domanda. L’istruttoria verrà effettuata sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle domande di contributo all’indirizzo di posta elettronica della Camera di commercio di Cosenza.

Ove le disponibilità finanziarie fossero insufficienti rispetto alle domande presentate, la concessione del contributo sarà disposta secondo il predetto ordine cronologico.

Il contributo viene concesso con l’adozione del provvedimento di approvazione della graduatoria finale delle iniziative ammesse, con l’indicazione del contributo camerale assegnato da parte del Segretario generale dell’Ente;

Il provvedimento di approvazione della graduatoria è pubblicato sul sito internet della Camera di commercio di Cosenza entro 90 giorni dalla chiusura del bando

Con il medesimo provvedimento viene adottato il diniego nei confronti dei soggetti richiedenti non assegnatari del contributo.

La pubblicazione dei richiamati atti di concessione e diniego vale quale comunicazione di conclusione del procedimento a tutti i soggetti che hanno presentato richiesta di finanziamento.

Il contributo viene concesso applicando le vigenti disposizioni in tema di contributi pubblici in tema di ritenute fiscali e ammissibilità delle spese sostenute.

Il voucher sarà oggetto di registrazione nel Registro nazionale degli aiuti, ai sensi dell’Art. 52 L. 23/2012. Il presente voucher è concesso in regime <<de minimis>> ai sensi dei regolamenti CE 1407/2013, CE 1408/2013, CE 717/2013, CE 360/2012.

Lo studio resta a disposizione per eventuali chiarimenti e/o integrazioni.